Colloquio Motivazionale | Il corso avanzato

Metti a frutto le tue abilità

È un corso fortemente applicativo per professionisti che lavorano già in stile motivazionale e vogliono crescere nell’utilizzo di questo approccio.

Sei interessato a consolidare il modello motivazionale nella tua pratica lavorativa allargando le tue competenze a specifici ambiti di applicazione

Vuoi metterti alla prova inserendo nella tua formazione anche la valutazione del tuo colloquio con strumenti validati che misurano la conformità reale del tuo stile al Colloquio Motivazionale

 

Questo corso ti permetterà di realizzare un salto di qualità nell’ applicazione efficace del Colloquio Motivazionale acquisendo strumenti per verificarne costantemente il livello

Fa per te se

  • Sei già un CM provider senior  (hai svolto con AICM sia un corso Base che un corso Intermedio)
  • Utilizzi con regolarità ciò che hai imparato nel corso Base e Intermedio ma senti la necessità di verificare il tuo livello di utilizzo, dove sbagli, dove potresti migliorare
  • Ti senti discontinuo nel suo utilizzo e vuoi portarlo stabilmente nella tua pratica lavorativa
  • Sei in difficoltà rispetto ad uno o più situazioni lavorative e senti l’esigenza di portare in supervisione un tuo caso lavorativo provando a sperimentare la tua conduzione con l’aiuto di un feedback qualificato e la condivisione in un gruppo di pari che sostiene in maniere non giudicante

Come funziona

  • Il corso  si svolge in presenza per un totale di 16 ore distribuite in due giornate (8+8). Gli orari delle giornate sono i seguenti: 9.00-13.00/14.00-18.00.
  • Si completa la formazione teorica inserendo le applicazioni del CM nei gruppi e l’utilizzo del MITI e di strumenti standardizzati per verificare la conformità dell’utilizzo del Colloquio Motivazionale.
  • Le giornate prevedono anche   sessioni di coaching dove un corsista a turno porta un caso lavorativo o un real-play e si lavora con l’aiuto del docente come coach e del gruppo dei pari. Questo è occasione di sperimentare in pratica abilità e tecniche e di far emergere e chiarire aspetti teorici affrontati nel corso base
  • Le sessioni possono venir registrate con il consenso dei protagonisti in audio ed anche in video e, appena terminato, il colloquio viene rivisto e analizzato in plenaria con la possibilità per tutti di verificare le proprie osservazioni.
  • Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione con il monte ore

Il programma

Elementi di applicazione del Colloquio Motivazionale nei gruppi

Elementi di applicazione del Colloquio Motivazionale con gli adolescenti

Strumenti validati per la valutazione della conformità  del colloquio al Colloquio Motivazionale (MISMI, BECCI, MITI etc)

Coaching

 

 

Alla fine del corso

  • Condurrai con maggiore sicurezza ed efficacia i tuoi colloqui motivazionali, imparando ad applicare con maggior competenza il modello motivazionale
  • Imparerai ad applicare il Colloquio Motivazionale in modo fluido e creativo inserendolo in modo naturale nel tuo stile
  • Acquisirai una visione più chiara di come muoverti in alcuni casi lavorativi rispetto ai quali nutrivi dubbi e incertezze

Iscrizioni

300 euro comprensivo di oneri fiscali

PROMO EARLY BIRD DI 250 EURO FINO AL 23 SETTEMBRE 2019

CHIUSURA ISCRIZIONI 31 OTTOBRE 2019

Il corso si terrà presso la sede  AIASF in via Giovanni Severano, 5 00162 ROMA

Informazioni e iscrizioni: segreteria@aiasf.it 

Il formatore

Valerio Quercia
membro della rete MINT (Motivational  Interviewing Network of Trainer)

Valerio Quercia

Accreditamento

Attestato Provider Expert

Roma, 9 e 10 novembre 2019

Hai qualche domanda?

Clicca sul (+) per leggere la risposta.

COS’E’ IL COACHING?

Si tratta di una metodologia specifica di formazione pratica ideata dalla rete MINT (Motivational  Interviewing Network of trainers) che consiste nell’analisi approfondita di un role play di un caso di lavoro. Il corsista che porta il caso rappresenta il suo cliente, un altro corsista del gruppo rappresenta un operatore e il docente affianca passo dopo passo l’operatore nella conduzione del colloquio, fermandolo per chiarire concetti o affrontare difficoltà incontrate attraverso il coinvolgimento attivo sia del gruppo che del corsista che interpreta il cliente. Questo permette una duplice livello di apprendimento: delle competenze nell’ applicare abilità e tecniche e della assimilazione di concetti teorici spiegati e approfonditi ogni qualvolta l’esperienza pratica ne fa emergere la necessità.

A CHI E’ CONSIGLIATO?

A tutti i professionisti che, in diversi contesti, si trovano ad accompagnare le persone lungo piccoli o grandi cambiamenti, al fine di raggiungere un miglior livello di salute o benessere. Le conversazioni sul cambiamento rappresentano delle vere e proprie sfide per chi ha il compito di aiutare un’altra persona a cambiare. Il professionista ha l’occasione fare la differenza nel modo in cui il suo cliente si apre o si chiude alla prospettiva di un cambiamento positivo. E’ frequente incappare in alcune trappole della comunicazione e, soprattutto, cominciare a pensare che il proprio compito è quello di far cambiare le persone e, di conseguenza, assumere la responsabilità del cambiamento della persona che ci sta davanti. Imparare a utilizzare il CM aiuta ad aiutare le persone senza farsi del male. Perché se pensiamo di poter cambiare le persone e poi loro non cambiano ci facciamo del male. Non è possibile far cambiare le persone ma è possibile fare qualcosa per sostenerle nel loro percorso di cambiamento; sono loro che delineano il percorso, definiscono i tempi e le modalità che seguiranno, l’operatore, in questo, assume un ruolo di “guida”. Non impone il percorso ma non lascia nemmeno la persona da sola, le fa da guida, rispettando le sue esigenze e aiutandola a prendere le sue decisioni sul percorso. Il questo ambito il CM è un metodo sorretto da evidenze scientifiche di efficacia (Evidence Based Practice).

COME FUNZIONA?

Aiuta a  rafforzare la motivazione e l’impegno di una persona al cambiamento. Le persone quando parlano di un loro cambiamento utilizzano frasi e termini diversi, e queste frasi rispecchiano la loro disponibilità a realizzare o a iniziare il percorso di cambiamento. Una persona che dice: “avrei bisogno di fare qualcosa per dimagrire” esprime una disponibilità al cambiamento diversa da una persona che dice: “devo fare più movimento” e ancora di più se dice: “seguirò la dieta che mi ha consigliato il dottore!”. Il Colloquio Motivazionale non serve a far cambiare le persone, perché le persone decidono autonomamente di cambiare, serve a far emergere la motivazione al cambiamento, già presente nelle persone, e a sostenerla e rafforzarla. E’ un po’ come pescare con un secchio l’acqua di un pozzo: con le abilità di base evochiamo la motivazione della persona, e poi ascoltiamo attentamente quello che dice e vediamo se il secchio è vuoto, mezzo pieno o pieno e, in base a quello che tiriamo su, continuiamo la conversazione. A volte un operatore si trova a constatare che il secchio è davvero vuoto, e anche in quella occasione il Colloquio Motivazionale insegna le strategie adatte su cosa sia possibile fare per fornire il servizio migliore al cliente.

POSSO USARE IL COLLOQUIO MOTIVAZIONALE ANCHE SE IL MIO LAVORO PREVEDE BREVI INTERAZIONI E NON VERI E PROPRI COLLOQUI?

Ti rispondo con le parole di William R. Miller, uno dei padri del Colloquio Motivazionale che dice: “Se si hanno pochi minuti a disposizione per parlare e si spera che siano utili per un cambiamento comportamentale non c’è tempo per non utilizzare il Colloquio Motivazionale!”

Il Colloquio Motivazionale nasce infatti come intervento breve ed ha dimostrato la sua maggior efficacia rispetto ad altri approcci proprio su interventi limitati nel tempo (colloqui brevi o trattamenti di pochi incontri), insegnandoti ad ottimizzare il tempo prezioso che hai a disposizione con il tuo cliente.

QUANTO TEMPO SERVE PER IMPARARE IL COLLOQUIO MOTIVAZIONALE?

Sono state condotte diverse ricerche scientifiche per identificare i fattori necessari per apprendere in modo efficace il Colloquio Motivazionale.

Per reimpostare la tua tecnica di colloquio sono sufficienti le ore di un corso base in presenza o on-line, ma ci vorrà più tempo per rendere questo nuovo stile automatico. Il Colloquio Motivazionale non è un prodotto che si compra ma un cammino che si inizia. I corsi rappresentano la partenza che ti permette di acquisire un diverso punto di vista sui tuoi colloqui e ti danno le abilità e le tecniche di base per iniziare ad usare il modello motivazionale nel tuo contesto lavorativo. Per diventare abile è necessario esercitarsi con costanza e ricevere feedback in presenza o a distanza sui propri colloqui. A partire da un corso base, elemento imprescindibile, i tempi per imparare il Colloquio Motivazionale dipenderanno dalla tua disponibilità, dalla tua motivazione e dalla tua capacità di apprendimento. Da parte nostra offriamo i migliori supporti per rendere questo tuo percorso il più comodo e produttivo possibile.

I CORSI SONO ACCREDITATI?

Dipende dallo specifico corso attivato. Noi lavoriamo con tutti i professionisti delle relazioni d’aiuto sia in ambito sanitario che educativo, ed ognuno ha diverse esigenze in termini di accreditamento (ECM, Crediti per Assistenti sociali, Crediti per counselor). I diversi accreditamenti sono indicati di volta in volta sul sito nella sezione corsi.

Cerca il tuo!

COSA SONO IN GRADO DI FARE DOPO UN CORSO AVANZATO?

Il corso avanzato è indirizzato a chi ha completato un corso base/seminario in presenza o on line ed ha già iniziato a praticare nella sua realtà lavorativa le abilità del colloquio motivazionale.

Al termine del corso:

  • Saprai strutturare un colloquio nei quattro processi fondamentali del Colloquio Motivazionale
  • Sarai in grado di applicare, nei quattro processi, i principi e le abilità di base del colloquio motivazionale
  • Padroneggerai le strategie di base del colloquio motivazionale
  • Sarai in grado di evocare, riconoscere ed utilizzare le Affermazioni Orientate al Cambiamento
  • Saranno in grado di affrontare le Affermazioni Orientate al Mantenimento dello Statu Quo e la dissonanza nella relazione

Se la tua domanda non è fra queste, scrivici così la inseriamo.